Trail of Cthulhu: Eternal Lies

Riassunto della prima puntata

Introduzione al Primo Atto

Providence, Rhode Island
Giugno 1936

5 persone sono chiamate da Mrs. Janet Winston-Rogers ad una misteriosa riunone in un hangar, presso un campo-volo da qualche parte vicino a Providence (Rhode Island, New England… in piena “Lovecraft Country”); sono:

La signora incarica i 5 di indagare su cosa sia successo al padre 12 anni prima, nell’agosto del 1924.

Il padre, Mr. Walter Winston, un brillante industriale, un uomo che “s’e’ fatto da se’” partendo da un piccolo drug-store e costruendo un impero farmaceutico si dilettava di temi “occulti” e misteriosi.

Era solito riunirsi in segreto con un gruppo di persone, altri “investigatori dell’occulto” dilettanti come lui e pare si fossero messi a seguire le mosse di un gruppo di personaggi poco raccomandabili coinvolti in un traffico di droga. La questione lo ossessionava al punto da trascurare completamente la famiglia, tanto che la moglie aveva iniziato a bere.

Dopo l’Agosto del ‘24 il padre non è piu’ stato lo stesso. Era apatico, mangiava poco, non parlava… niente piu’ riunioni segrete con gli amici. Pare abbia bruciato molti suoi libri e tutti i suoi appunti. Quando la moglie e’ morta nel ‘32, ormai alcolizzata, quasi non se ne e’ accorto. Non ha mai raccontato nulla di quel che stava facendo o di quello che accadde nel ’24 nemmeno alla figlia.

Ora che il padre è morto (nei primi mesi dell’anno), la signora Winston-Rogers, rimasta sola al mondo (anche il marito e’ morto, nel ‘34, in un incidente d’auto) vuole sapere se la sua vita e’ stata spesa invano, dietro ad un’ossessione senza senso oppure se il padre era un eroe che ha compiuto un sacrificio. Vuole sapere se deve preoccuparsi che qualcuno prima o poi la venga a cercare o se suo padre ha lasciato in sospeso un lavoro da finire.

L’unico tentativo di contatto da parte dei suoi vecchi compagni, oltre che l’unica cosa che non e’ stata bruciata sono delle lettere spedite da un certo Douglas Henslowe. Provendono da 2 indirizzi di Savannah (Georgia) e contengono accorate richieste di “scrivere quel che e’ successo, quello che hai visto” sempre piu’ disperate. Si fa cenno ad un diario che Henslowe avrebbe scritto e nascosto da qualche parte.

La signora ha messo a disposizione degli investigatori il suo areo privato (un DC-3) con tanto di pilota, per aiutarli negli spostamenti oltre che un GROSSO compenso.

Accettato l’incarico, i detectives si mettono in viaggio verso Savannah.

Giunti li, scoprono che il primo dei due indirizzi corrisponde al manicomio di Joy Grove, mentre il secondo e’ l’indirizzo della tenuta della famiglia Henslowe, poco fuori citta’ e vicino alle paludi, dove vive ancora l’anziana madre Virginia Henslowe, con il giardiniere/custode – un tale Currothers.

Al manicomio di Joy Grove incontrano il Dr. Keaton – ambiguo personaggio – che inizialmente gli permette di parlare con Mr. Henslowe e racconta del suo caso:

  • Henslowe è ricoverato a Joy Grove dal ’24
  • Henslowe è uscito per un anno dal manicomio (le lettere dal secondo indirizzo) ma poi e’ peggiorato e quindi di nuovo ricoverato.
  • Il Dr. Keaton ha fatto trasferire dal Penitenziario di Stato della California anche in tale Edgar Job, la cui “patologia risulta complementare con quella di Mr. Henslowe”

Il Dottore non sa molto dei fatti dell’Agosto ‘24, tranne che in un fienile fuori Los Angeles il gruppo di Henslowe (Winston e soci) si sono trovati coinvolti in fatti poco chiari: caos, confusione, una sparatoria e un incendio. Job era tra le persone che il gruppo di Henslowe ha aggredito quella notte: il Dottore pensa che l’orrore di quegli eventi abbia distrutto la mente dei due pazienti e che entrambe parlino di una “mostruosa creatura” come forma di esternazione dei loro terrori.

Il Dr. Keaton porta gli investigatori a fare un tour dell’istituto e durante il giro un paziente, un tale Culver, sfugge al controllo degli infermieri e aggredisce il Dr. Udko mordendolo ad un braccio… dopo questo spiacevole incidente, il gruppo viene accompagnato al colloquio con Mr. Henslowe. Elliot rimane indietro, a parlare con un infermiere nel tentativo di indagare sugli “altarini” che il Dr. Keaton sembra nascondere.

Il colloquio sembra andare bene e Douglas Henslowe si rivela una miniera di informazioni. In breve:

Henslowe era parte di un gruppo di Investigatori negli anni ’20, capeggiato da Walter Winston

Gli altri 3 membri del gruppo erano:

Avevano seguito le tracce di un culto osceno che finanziava le sue operazioni vendendo droga in tutto il paese.

La sede del culto era a Los Angeles.

Winston e Kullman hanno capito che il culto era in contatto con un’entita che che chiamavano “The Thing with a Thousand Mouths” (la Cosa dalle Mille Bocche)
Sempre loro avevano capito che la setta stava cercando di evocare l’entita’ e portarla nel nostro mondo… Douglas ricorda che Walter disse: “le stelle si sono allineate!”
Il gruppo si reca, armato di pistole, fucili e bottiglie molotov nel fienile per impedire l’evocazione e porre fine alle loro attività e “salvare il mondo” (parole di Henslowe)
Vince Stack si getta nella folla sparando e fa fuori un bel po’ di cultisti prima di cadere
Scoppia un incendio, i cultisti impazziti si gettano tra le fiamme mentre scopano o si fanno trucidare sotto i colpi di fucile degli investigatori
Henslowe e Winston vedono la Cosa che inizia a fare a pezzi i cultisti
La Cosa si volta verso gli investigatori, stacca la testa della Clark a morsi.
Winston e Henslow si fanno prendere dal panico e scappano, Henslowe si sente in colpa e si da del vigliacco.

Henslowe ha scritto un diario. Dice di andare a casa sua e chiedere ad un certo Frank Hickering. Scrive agli investigatori una nota da passare al custode dove autorizza gli investigatori a circolare per casa sua.

Nel frattempo, Elliot, rimasto con l’infermiere ha una breve visione di una.. bocca… apertasi nell’intonaco scrostato della parete.. una bocca oscena, piena di denti gialli e storti e con una grossa lingua carnosa che esplora il muro ma che sparisce non appena Elliot si muove per esaminarla… Il muro, osservato da vicino, sembra pieno di strani simboli (anche cristiani) di cui Elliot non conosce il significato.

Gli animi a questo punto si scaldano, il Dr. Udko da addosso al Dr. Keaton (in modo un po’ impulsivo) e il Dr. Keaton manda via gli investigatori, annullando il colloquio con Edgar Job, ma dimenticandosi di Elliot che rimane nell’ospedale.

Qui si e’ chiusa la serata.

Sintesi di quanto scoperto fin’ora:

Nel ‘24 Winston e un gruppo di persone, auto-proclamatesi investigatori dell’occulto, seguono le tracce di un traffico di droga che li porta a scoprire i piani di un orribile culto che ha sede a Los Angeles. Si presentano per dare battaglia, succede un pandemonio e parecchia gente ci lascia le penne in circostanze poco chiare. Questo almeno vi dice il solo sopravvissuto che per inciso: e’ ricoverato in manicomio… L’unico altro elemento e’ che uno dei “cultisti” coinvolti, Edgar Job, si trovava in carcere proprio per i fatti di quella notte d’Agosto, oltre che per rapina a mano armata, il che sembra confermare per lo meno la componente “criminale” di quegli eventi, se non quella “esoterica”.
Piste ancora aperte:

  • La tenuta degli Henslowe e il diario nascosto
  • Gli affari sporchi del dottor Keaton
  • I registri della biblioteca sui libri presi a prestito anni prima da Henslowe (se ancora vi interessano)
  • Edgar Job: occorre trovare il modo di arrivare a lui e parlarci, visto che potrebbe darvi la prospettiva dei cosiddetti “cultisti” sugli eventi dell’agosto ’24

Comments

Kalugen Kalugen

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.