Trail of Cthulhu: Eternal Lies

Riassunto della quinta puntata

Los Angeles, California
Luglio 1936

Il quinto episodio è stato perlopiù un filler nella serie: avete coperto una serie di piste rimaste da esplorare e siete ormai in grado di ricostruire in pieno gli eventi del ’24, collocando tutti i personaggi al loro posto nella storia.

Echavarria era il capo di una setta che venerava/venera una divinità di nome Gol-Goroth. O almeno così credevano e credono gli adepti… George Ayers e Samson Trammel erano gli altri 2 “capi” della setta, confidenti di Echavarria.
Abraham Buchwald era il contabile della setta, ma oggi è un padre di famiglia e non vuole più avere a che fare con quella vecchia faccenda. Vi conferma quel che già sapevate: il denaro e il potere della setta derivavano dalla vendita di una droga chiamata Nettare, la stessa che avete trovato in circolazione a Los Angeles ancora oggi… Gli investigatori del ‘24, il gruppo di Winston, avevano messo un freno ai loschi piani di Echavarria con un colpo di fucile ben piazzato, ma arrivarono troppo tardi per impedire l’evocazione, pagando l’eroico gesto con la vità o la sanità mentale (nel caso di Henslowe, unico sopravvissuto).

La Cosa dalle Mille Bocche cammina sulla nostra terra ormai da 13 anni… forse si tratta di Gol-Goroth, forse no: Buchwald vi racconta che E. gli aveva confessato di aver preso per il culo tutti riguardo alla vera identità della creatura che veneravano, mettendolo in guardia.

Ayers è partito per l’Etiopia (Dallol) unendosi alla spedizione di Content Not Found: bartolo-acuna, archeologo della Universidad Complutense di Madrid, poco prima che Echavarria celebrasse il rituale e di lui non si hanno più notizie dal ’24. Ma Trammel… Samson Trammel è rimasto e grazie a lui, evidentemente, il Culto della Cosa dalle Mille Bocche si è risollevato e ha ripreso il commercio di Nettare, crescendo, espandendosi e fortificandosi man mano che il Nettare fluiva ovunque nel mondo.

Accanto a lui si trova il “Capitano” Walker, uno spietato criminale… probabilmente più interessato al profitto e al potere che non agli aspetti mistici del Culto. Ha raccolto una banda di spacciatori ed energumeni messicani e sembra essere di gran lunga l’elemento più pericosolo della banda, perchè freddo e calcolatore. Avete già avuto un contatto con la droga, un liquido arancione, viscoso dall’odore di muschio, e con i suoi effetti: fa perdere completamente ogni inibizione e qualsiasi sensazione diventa fonte di piacere fisico e mentale, nulla ha più importanza se non le sensazioni… (ma un tossico vi ha anche spiegato che a Bangkok, dove si trova probabilmente una costola del Culto, il Nettare ha un effetto diverso: stimola l’aggressività più animalesca e si tengono combattimenti clandestini con lottatori e pubblico strafatti di Nettare).

Ora di vedere che succede attorno a casa Trammel!

Samson Trammel ha una lussuosa residenza a Pasadena. Vari tentativi di accedere alla casa con l’inganno si rivelano infruttuosi… Dopo mille indagini e tentativi, il giardiniere di uno dei ricchi vicini di Trammel confessa di avere notato parecchi movimenti sospetti attorno alla villa di Trammel, gente che va e che viene a ogni ora del giorno e della notte, gente che viene condotta dentro la casa bendata e in un’occasione giurerebbe di aver visto dei corpi venir portati via dalla villa… Poi confessa di aver visto Trammel in persona uscire nudo e delirante in giardino e… ehm… versare il suo seme sulla terra.

A questo punto vi guarda con occhi strani e vi accompagna tra i filari di rose: sotto un cespuglio l’orribile visione di una… cosa… una sorta di bocca carnosa che esce direttamente dal suolo vi lascia inquieti e perplessi… E’ di pietra calcarea. potrebbe anche essere una scultura o uno scherzo di qualche tipo, ma i dettagli sono troppo accurati e perfetti che non… beh, deve essere una statua perché l’alternativa è impossibile. C’è un crocefisso d’argento piantato in mezzo alla cosa, come se qualcuno avesse scagliato con forza l’oggetto all’interno della bocca e questa si fosse richiusa su di esso nell’agonia del dolore… il giardiniere racconta di aver preso il crocefisso della povera mamma, quella santa donna – tanto pia e devota – e di averlo piantato lui nella bocca che al momento era decisamente viva e vegeta. Giura e spergiura che le cose sono andate così e si rifiuta di recuperare il crocefisso perchè si sente al sicuro solo se resta li dov’è ora. Convinto si tratti delle potenze infernali all’opera, da buon vigliacco non si vuole immischiare e per questo non ha denunciato nulla dei movimenti di cui sopra alla polizia.

Bocche… bocche di pietra, bocche negli incubi, bocche deformi di uomini e animali che vi mordono… la Content Not Found: cosa-dalle-mille-bocche… la sua influenza comincia a diventare un fatto tangibile e concreto, se vogliamo dare corpo a queste folli fantasie… Ma fantasie o no, rimane l’assolutamente reale e terreno potere del Culto basato sulla sua ricchezza e sul commercio di Nettare… e rimangono i criminali come Walker, che nel Culto e grazie ad esso prosperano come non mai.

Riuscite a ottenere un invito per una serata di gala ospitata da Trammel (deve mantenere un volto pubblico “pulito”) e formulate un piano per entrare tutti durante la festa: Westmore e la Astor entreranno dalla porta principale con tanto di invito, mentre Elliot – travestito da cameriere – si mescolerà alla servitù e al momento buono farà entrare da una finestra Haas e il Dr. Udko.

Fine della quinta puntata.

Comments

Kalugen Kalugen

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.